Tutto esaurito al Teatro del Giglio per Orientagiovani che da quest’anno è anche un laboratorio

9 gennaio 2018

Sono stati 900 le ragazze e i ragazzi delle classi terze medie della provincia di Lucca che hanno fatto registrare il tutto esaurito il 28 novembre al Teatro del Giglio per “Ti aspetto fuori… nel mondo. Le emozioni di una scelta”. Un terzo di studenti in più rispetto all’anno scorso, cosa che conferma il successo dello spettacolo appositamente scritto da Morena Rossi (Fascetti Associati) e Cataldo Russo (Teatro del Giglio) come contributo del Progetto LU.ME. Lucca Metalmeccanica a Orientagiovani, l’iniziativa nazionale di Confindustria. Ad accoglierli sul palco quest’anno c’era anche il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, e la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Donatella Buonriposi.

Come ha raccontato alla stampa Massimo Bellandi – presidente del Progetto LU.ME. – “prosegue con questa iniziativa, che ogni anno riscuote sempre più adesioni, il programma che il Progetto LU.ME. con il supporto di Confindustria Toscana Nord anche quest’anno mette a disposizione del territorio per l’orientamento dei giovani, finalizzato alla scelta del proprio futuro. Uno spettacolo che non finisce qui ma che prosegue in una scuola pilota, la Carlo Del Prete di Lucca, con l’Orientagiovani Lab che coinvolge i giovani in un lavoro di conoscenza e scoperta guidato dagli stessi attori grazie alla collaborazione con il Teatro del Giglio”.

Aspettative proprie e della famiglia, tante domande, confusione e incertezza, ma soprattutto emozioni sono salite sul palco grazie all’interpretazione di Marica Bonelli, Laerte Neri e Paolo Simonelli della Compagnia Coquelicot Teatro, che in una interazione vivace e brillante hanno posto al centro i desideri dei giovani perché potessero riflettere su una delle scelte più importanti della vita. Le scuole che hanno partecipato sono gli istituti comprensivi di Castelnuovo Garfagnana, Migliarina Motto di Viareggio, Don Milani di Viareggio, Piaggia di Capannori; le scuola media di Bagni di Lucca, Jenco Darsena di Viareggio, di Altopascio, E. Pea di Porcari, Carlo del Prete, Carducci, Custer De Nobili e Leonardo Da Vinci di Lucca.

Il primo appuntamento con Orientagiovani Lab alla scuola pilota Carlo Del Prete è stato il 25 ottobre, il primo di 4 incontri laboratoriali con i giovani delle classi terze dove 70 ragazze e ragazzi delle 3 sezioni, hanno lavorato con gli attori protagonisti dello spettacolo. Dopo alcuni esercizi di “sociometria”, i giovani hanno potuto far emergere le loro aspettative e idee sul futuro e sul lavoro ed è stata loro consegnata una scatola appositamente preparata con oggetti utili per stimolare riflessioni su orientamento e formazione. Il secondo incontro si è tenuto il 4 dicembre alla presenza, oltre che degli attori, di alcuni rappresentanti delle aziende del progetto LU.ME. che hanno raccontato la vita in azienda per il piacere degli studenti.

L’attività rientra fra quelle che l’Istituto comprensivo Lucca 3 offre a studenti e genitori per affrontare la scelta della scuola superiore.

Lascia un commento

Devi essere registrato per postare un commento.