La fabbrica oggi è più pulita

16 aprile 2013

“Dobbiamo contribuire a creare un mondo al quale le persone desiderino appartenere”

La nuvola grigia che sovrasta la città, il fumo in libera uscita dalle grandi ciminiere: la parola fabbrica nell’immaginario collettivo rievoca l’immagine della catena di montaggio del film Tempi Moderni di Charlot.
Ma la fabbrica è ancora così? Che cosa è diventata?

Le aziende del Progetto LU.ME. dimostrano un’attenzione particolare nei confronti dell’ambiente, sia per quanto riguarda il controllo delle emissioni sia per la diffusione all’interno degli uffici di buone pratiche quotidiane, come la raccolta differenziata. Abbiamo una responsabilità verso noi stessi, verso le persone che lavorano, verso il territorio che ci ospita: chi crede nel Progetto LU.ME. crede in un ambiente “pulito” sia fuori che dentro l’azienda, dove i collaboratori possano realizzarsi ed esprimere al massimo le proprie capacità, dove la gente possa vivere bene.

La fabbrica di oggi non è più grigia, fatiscente e con le ciminiere nere: le imprese del Progetto LU.ME. investono costantemente per migliorare gli ambienti di lavoro ed il comfort, mediante il rigoroso rispetto delle norme sulla sicurezza degli impianti, il controllo delle emissioni, la riduzione dei rumori, la climatizzazione dei locali, la sanificazione e pulizia delle macchine, la distribuzione e la variazione dei carichi di lavoro, la riduzione dei rischi per la salute.

Tag:, , , , , ,