LU.ME. in persona. Intervista a Alessia Carignani di Fosber

9 gennaio 2018

Se avessi una macchina del tempo, in quale momento della tua vita vorresti tornare o andare?
Qui dove sono. Perché spesso si dice “Ah, se tornassi indietro”! Per me no. Se tornassi indietro recuperando le energie ed il fisico d’allora potrebbe andare, ma con la testa di oggi. Sennò sai che fatica dover rifare tutto!

Ti hanno mai ringraziato per qualcosa che hai fatto/detto, come l’essere stato d’esempio per qualche atteggiamento o azione?
Sì, ma non mi viene nessun esempio. Ho due figli grandi. Mio figlio un giorno mi ha detto “Io non voglio avere figli perché non voglio faticare come hai faticato tu” potrebbe essere un grazie? A volte in ufficio mi cercano per risolvere delle situazioni delicate o imbarazzanti, questo perché riesco a focalizzarmi sul tema e non sulla persona che ho davanti e quindi ne esco piuttosto bene. Riesco a dire le cose peggiori senza risultare offensiva. E per questo sì mi ringraziano spesso.

C’è qualcuno nella tua vita che devi ringraziare per esserti stato d’esempio o per averti aiutato in qualche modo?
Da dove comincio? Ho una grande famiglia. Sono la quarta di quattro. I miei genitori e tutta la mia famiglia devo ringraziare. I miei figli che mi hanno aiutata molto. Nelle varie fasi della mia vita sono stati un sostegno e una motivazione. Ma anche le persone che ho incontrato nel percorso vanno ringraziate.

Qual è la prima cosa che fai quando rientri a casa dopo il lavoro?
Vedo chi c’è per cena. A volte non rientro affatto, vado in palestra o a fare altre attività.

Qual è la prima cosa che fai appena entri in ufficio?
Ci raccontiamo com’è andata la sera prima. Ci raccontiamo la nostra vita personale. Siamo un bel gruppo e ne abbiamo uno anche su whatsapp.

Hai mai fatto parte di qualche gruppo o organizzazione? (Musica, sport, volontariato) o ti piacerebbe farne parte?
Mai, non so perché, ma è sempre andata così. Forse non mi è capitato, forse non l’ho cercato.

L’ultima fotografia che hai fatto?
A Corfù, sono stata per un weekend per fare l’ultimo bagno della stagione.

Ci sono amici nella tua vita che ti porti dietro da quando eri bambina?
O ci sono amici di quando eri bambina che ti è dispiaciuto perdere per strada?
Ci sono amici che pensavo d’aver perso e poi ho ritrovato, persone con le quali eravamo amiche da bambine e la vita ci ha fatto rincontrare. Sono abbastanza indipendente, non sono una che cerca o si mette a fare telefonate. Anche la mia famiglia mi sente molto poco. C’è chi ci resta male e mi dispiace perché non è questa l’intenzione. Però per me ci sono sempre tutti anche se non chiamo.

Se dovessi fare un augurio al mondo, quale sarebbe?
Più consapevolezza.

Conosci il progetto LU.ME.?
Non molto. Qualche volta uso la card Più Famiglia.

Lascia un commento

Devi essere registrato per postare un commento.