LU.ME. in persona. Intervista a Mirko Rossi di KME

18 luglio 2017

Se avessi una macchina del tempo, in quale momento della tua vita vorresti tornare o andare?
Sull’immediato uno direbbe torniamo indietro per cambiare. Però poi a pensarci bene, dico che vado avanti, se non altro per vedere se sono stato lungimirante su certe scelte fatte in passato.

Ti hanno mai ringraziato per qualcosa che hai fatto/detto, come l’essere stato d’esempio per qualche atteggiamento o azione?
Sì, anche se non ci ho fatto caso più di tanto. Sono un po’ allergico ai grazie. Se c’è un atteggiamento di riconoscenza mi piace, ma un grazie fine a se stesso non mi piace.

C’è qualcuno nella tua vita che devi ringraziare per esserti stato d’esempio o per averti aiutato in qualche modo?
Con ogni probabilità le persone da ringraziare sarebbero tante, ma solo in ambito famigliare.

Qual è la prima cosa che fai quando rientri a casa dal lavoro?
Saluto il cane. È il primo che mi viene incontro. Si chiama Zack, è un cockerino nero.

Qual è la prima cosa che fai appena entri in ufficio?
C’è un pannello dove ci sono indicati gli operatori del turno e le eventuali mansioni da svolgere, guardo chi c’è e capisco come organizzare la giornata. Cerco di rendermi conto cosa si può fare e nello stesso momento c’è il passaggio di consegne col turno precedente.

Hai mai fatto parte di qualche gruppo o organizzazione? (Musica, sport, volontariato) o ti piacerebbe farne parte?
Ne faccio parte, sono allenatore di pallavolo maschile giovanile quest’anno, è  la prima volta che faccio questa esperienza. Sono sempre stato con la squadra femminile. Fino all’anno scorso allenavo l’under 16.

L’ultima fotografia che hai fatto?
Al mio cane sulla neve.

Ci sono amici nella tua vita che ti porti dietro da quando eri bambino? O ci sono amici di quando eri bambino che ti è dispiaciuto perdere per strada?
Ce ne sono solo un paio che mi porto dietro da quando sono nato. Quelli che si sono persi vuol dire che andavano persi. Nei paesi piccoli i legami sono fortissimi.

Se dovessi fare un augurio al mondo, quale sarebbe?
Di poter prendere la macchina del tempo e tornare tutti indietro. Trovarsi tutti noi che ora ci crediamo furbi e tornare indietro di 150 anni e vedere se e come ce la caveremmo.

Conosci il progetto LU.ME.?
Conosco le iniziative sportive perché le leggo sulla mail aziendale e sul giornalino.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Devi essere registrato per postare un commento.