Orientagiovani 2015. Il futuro va in scena in Garfagnana.

26 febbraio 2015

Visto il grande successo ottenuto lo scorso anno con lo spettacolo teatrale dal titolo “Il mondo è un palcoscenico” andato in scena per la giornata dedicata all’Orientagiovani 2014, LU.ME con il supporto dell’Associazione Industriali di Lucca ha deciso di replicare anche quest’anno. Il 5 marzo era stata programmata una giornata dedicata alle scuole medie al teatro Alfieri di Castelnuovo Garfagnana. Causa maltempo però ci si è trovati costretti ad annullare l’appuntamento, che verrà riproposto nei prossimi mesi.

L’interesse delle scuole per progetti di questo genere è sempre altissimo e per LU.ME è un grande piacere poter offrire ai ragazzi degli spunti per il loro futuro. Lo spettacolo messo in scena dagli attori della Compagnia Coquelicot Teatro Marica Bonelli, Laerte Neri e Paolo Simonelli  è una performance teatrale multimediale scritta ad hoc da Marco Matteoli dell’agenzia di comunicazione mmad e da Cataldo Russo del teatro del Giglio.

Le domande che i tre attori, amici sul palcoscenico e nella vita, pongono al pubblico in sala sono le stesse che ogni ragazzo alla fine del percorso scolastico obbligatorio si pone. Cosa vuol dire scegliere? Sono più importanti le passioni, gli ideali o i valori? Il messaggio che si vuole passare è che si può sognare consapevolmente.

“Il mondo è un palcoscenico” è anche un modo per far conoscere le diverse opportunità di lavoro e formazione che il territorio della lucchesia offre. La parte multimediale ha un ruolo fondamentale, proprio per intercettare le nuove generazioni su temi e strumenti a loro più vicini. Viene fornito al pubblico in sala un numero al quale indirizzare con whatsapp i commenti, i messaggi e le richieste che vengono poi condivise in diretta sul palco.

In aggiunta a questo nell’edizione 2015 si vuole chiedere ai ragazzi di realizzare un video e/o una foto, anche nei giorni successivi all’evento, attraverso i quali esporre in breve il proprio sogno. Ognuno di loro lo condividerà poi sul proprio profilo social e LU.ME si occuperà di realizzare un montato con tutti gli elaborati pervenuti, facendo in questo modo da collettore dei sogni delle nuove generazioni. Un modo per creare una specie di sognoteca che negli anni si arricchirà di nuovi spunti.

Il video dell’edizione 2014:

 

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Devi essere registrato per postare un commento.