Progetto LU.ME. – Chi si nasconde dietro ogni nuova impresa

21 agosto 2013

“Vince solo chi è convinto di poterlo fare”

È parecchio tempo ormai che parliamo delle iniziative attuate da LU.ME., dell’importanza che le dieci aziende del progetto riservano al territorio e alle persone che ci vivono, delle attività che pian piano prendono forma, e non solo nelle nostre menti.
Abbiamo raccontato volentieri tutte le nostre “imprese” di successo, e descritto con orgoglio i risultati positivi ottenuti.

Ogni tanto però è bene anche ricordare chi è davvero il progetto LU.ME., come è nato e quali sono le persone che con tanta dedizione portano avanti quella che ad oggi non è più soltanto un’idea di collaborazione, ma una vera e propria avventura da vivere con entusiasmo e, a volte, anche coraggio.

Per chi ancora non conoscesse LU.ME., e per tutti coloro che solo oggi sono venuti a conoscenza delle nostre imprese, spieghiamo subito che il progetto LU.ME. è la prima vera partnership istituita tra dieci aziende metalmeccaniche, alcune delle quali concorrenti – sul mercato s’intende. Dieci aziende che hanno deciso di mettere da parte la concorrenza lavorativa e attivarsi concretamente per il bene del territorio, in cui non solo esse sorgono, ma in cui tutti i loro dipendenti vivono con le proprie famiglie. Sono nate così idee nuove, dettate dallo spirito di appartenenza a un’idea comune, e le idee si sono trasformate in azioni efficaci. Un bel passo avanti per la realtà territoriale lucchese.

Sono loro i protagonisti che si celano dietro quelle bellissime iniziative di cui tanto vi parliamo. Sono loro che, portata a termine un’idea, ne pensano subito un’altra, perché fare tanto non è mai abbastanza, bisogna dare di più, coinvolgere di più tutti. Anche i cittadini.
Perché la Lucchesia è il territorio in cui viviamo e come tale va salvaguardato, partendo in primis dal benessere dei cittadini.

E così A.Celli Paper, A.Celli Nonwovens, Fabio Perini, Fapim, Fosber, Gambini, KME Italy, Rotork Fluid Systems, Sampi e Toscotec si sono unite in questo progetto che a molti inizialmente è sembrato un po’ folle, ma che tanti oggi devono ammettere è diventato un successo da portare avanti.
Ecco cosa si nasconde dietro alle semplici parole “progetto LU.ME.”

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,