LU.ME. a sostegno del territorio per il COVID-19

6 maggio 2020

Le aziende del progetto LU.ME. sono sempre state molto attente al territorio e al contributo che le proprie iniziative e attività potessero portare alla comunità.
Una volta di più lo hanno dimostrato mettendosi in prima linea nella raccolta fondi per questo momento storico, chi per l’ospedale San Luca, chi per fornire mascherine alle forze dell’ordine impegnate in questa emergenza o alle persone in difficoltà, chi per i propri dipendenti. Anche se l’industria italiana è stata particolarmente colpita da questo lockdown forzato, non ne deve risentire l’impegno e la partecipazione che la stessa può dare sotto il profilo sociale.
Essere imprenditori vuol dire anche questo, essere inseriti in un contesto sociale che va alimentato e supportato.

Il Gruppo A.Celli ha stanziato una serie di donazioni per l’acquisto di tecnologie medicali e dispositivi sanitari a favore dei reparti Malattie Infettive e Cardiologia dell’ospedale San Luca. Per quanto riguarda il reparto Malattie Infettive, A.Celli ha sostenuto l’acquisto di un ecografo portatile di ultima generazione a tre sonde. Per quanto riguarda il reparto Cardiologia, A.Celli, (stavolta assieme ad una cordata di altri imprenditori del territorio) ha contribuito all’acquisto di sei monitor multi-parametrici di ultima generazione dotati di una centralina di monitoraggio e due pacemaker stimolatori esterni destinati ad una nuova area assistenziale intensiva della Cardiologia.

Fapim, insieme ai propri dipendenti, ha aderito all’iniziativa proposta da Confindustria Toscana Nord a favore delle terapie intensive degli ospedali di Lucca, Pistoia e Prato.

FOSBER ha donato 80mila mascherine di cui 60mila sono state recapitate all’ospedale San Luca di Lucca per dare un aiuto a OSS, medici e infermieri che stanno combattendo una battaglia in primissima linea. Le altre 20mila sono state destinate a polizia e carabinieri che pattugliano le strade. A queste si sommano 500 tute che sono state consegnate al personale sanitario sempre dell’ospedale di Lucca, 200 circa al Versilia di Viareggio e varie mascherine a Misericordie e Croce Verde tra la Lucchesia e la Versilia.
E a metà marzo è stata anche attivata una polizza assicurativa contro il Covid-19 per i dipendenti.

Gambini ha attivato una specifica assicurazione anti Covid-19 riservata al personale che offre un’indennità da ricovero, una da convalescenza e un pacchetto di garanzie per quando si torna a casa. Inoltre, ha consegnato oltre 12mila rotoli di carta igienica ai Comuni della zona, in modo che attraverso le strutture dedicate, potessero essere consegnati a persone e famiglie in difficoltà.

KME Italy (Ed Em Moulds) ha donato tramite il fondo dei lavoratori, al quale partecipa anche l’azienda, 20.000 euro agli ospedali S. Luca di Lucca (10.000 euro), S. Francesco di Barga (5.000 euro) e S. Croce di Castelnuovo (5.000 euro) e ha donato anche un totale di 1500 mascherine a varie realtà assistenziali del territorio, 300 al comune di Barga e 200 a quello di Gallicano.

Toscotec ha donato 2.000 mascherine ed un ecografo portatile all’Ospedale di Lucca.

Questa emergenza ci ha dimostrato, ancora una volta, quello che è alla base del nostro consorzio, ovvero che uniti si può fare di più.

Lascia un commento

Devi essere registrato per postare un commento.